GUIDA PRATICA POPOLARE DEDICATA ALLA NUOVA CAPITALE,FIRENZE

Questo libriccino ,edito a Torino nell’aprile del 1865, intitolato “Guida pratica popolare” è dedicato alla nuova Capitale, Firenze.

Nell’introduzione si dice:

Noi ci siam fatti il caso di un applicato di quarta,mettete di un monsù Travet qualsiasi,che la provvidenza ha provveduto di moglie e figlioli,che la Convenzione ed un ordine ministeriale conducono la prima volta a Firenze.

La guida si prefigge lo scopo di colmare la lacuna riguardante gli usi e le costumanze della città che sono sconosciuti ai nuovi e…….“di malavoglia” arrivati.

Quando a Torino si seppe della decisione di trasferire la capitale a Firenze, scoppiarono sanguinosi tumulti per le vie della città,tanto che Vittorio Emanuele decise di partire in fretta e furia  il 3febbraio.

Oltre 30.000 funzionari di corte furono costretti a trasferirsi a Firenze.

La popolazione di Firenze, abituata al modesto numero dei ministri granducali, si trovò spiazzata di fronte all’amministrazione del nuovo regno e dovette fare fronte a numerosi cambiamenti di tipo economico e sociale che,nel giro di 5 anni, avrebbero modificato definitivamente anche l’aspetto della città.

La cartina acclusa ci mostra una Firenze ancora cinta delle sue mura.

Se vorrai scoprire il punto di vista di uno “straniero”,un piemontese in questo caso,che arrivava a Firenze un secolo fa……seguimi nella sezione apposita FIRENZE CAPITALE e scoprirai tante “stranezze”riguardanti le abitudini dei fiorentini

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 495 follower